Categorie

Una frittura,così sospesa tra sogno e realtà

 

Oggi vi racconto di una ricetta legata ad un  posto,  in cui la naturalezza delle piccole cose crea bellezza. E’ un punto d’ incontri, di acque e voli migratori.

 La “Riserva Naturale foci dello Stella”  situata nella  Laguna di Marano
è per me,  il luogo in cui la frenesia della vita lascia spazio allo scorrere lento delle stagioni.

 Il punto di partenza di questo viaggio è una palafitta di legno e la sua grande rete quadrata tesa, su un ramo del fiume Stella, grazie alla quale si raccoglie il pescato del giorno. Lungo il percorso del fiume, si incontrano cigni e germani reali ma anche le tipiche abitazioni dei pescatori, i Casoni. 

Il seguito del mio racconto vi invito a leggerlo  su turismofvg.it

Nel frattempo vi scrivo la mia versione della frittura mista di Laguna.

Frittura mista di Laguna 

Difficoltà   MEDIA

Per 4 persone 

Ingredienti :

  • 200 gr di pesciolini lavati
  • 400 gr di anelli di calamari
  • 400 gr  di alici pulite 
  • 200 gr di code di gambero
  • 3 zucchine medie
  • 1 peperone 
  • 1 cipolla 
  • foglie di salvia
  • 2 lt di olio di arachidi per friggere 
  • farina
  • sale e pepe

Per la pastella 

  • 150 di  gr farina 00
  • 300 gr di acqua frizzante ghiacciata 

Istruzioni   :

Pulite, lavate ed asciugate bene il pesce. Tagliate i peperoni e le zucchine  a fiammifero avendo cura di realizzare tutti i bastoncini della stessa misura. Lavate ed asciugate le foglie di salvia ed affettate ad anelli la cipolla. 

Preparate la pastella mescolando in una terrina,con una frusta, la farina assieme all’acqua frizzante ghiacciata. Se vi è possibile appoggiate la terrina su uno strato di ghiaccio per mantenere la pastella ben fredda.

Portate l’ olio a temperatura. L’ ideale sarebbe mantenerla a 160- 170°C, in ogni caso non deve superare i 190°C.

Passate velocemente le verdure nella farina quindi immergete  poche alla volta nella pastella,  recuperatele con delicatezza facendo scendere quella  in eccesso e friggetele immediatamente. Procedete nello stesso modo anche per le foglie di salvia. Disponete le verdure ben allargate su dei fogli di carta assorbente.

A parte scaldate l’olio per la cottura del pesce mantenendo i gradi di riferimento.

Infarinate bene il  pesce e tuffatelo poco alla volta nell’olio bollente. Una volta cotto adagiatelo  sulla  carta assorbente assieme alle verdure.

Regolate di sale e pepe e servite  accompagnando con una buona  bollicina.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 Tutti i diritti riservati - Cioccolatolamponi.it - cioccolatolamponi@gmail.com